Top 10: irlandesi americani che hanno cambiato il mondo

Top 10: irlandesi americani che hanno cambiato il mondo
Peter Rogers

Negli Stati Uniti vivono più di 30 milioni di irlandesi-americani.

Si tratta di una cifra pari a più di 5 volte il numero di persone che vivono complessivamente in Irlanda.

Gli irlandesi-americani sono definiti come cittadini americani con ascendenze irlandesi, in tutto o in parte, di cui sono solitamente molto orgogliosi.

La Grande Carestia in Irlanda, tra il 1845 e il 1849, costrinse 1,5 milioni di irlandesi a emigrare e l'America fu uno dei luoghi in cui lasciarono la propria casa.

Da allora le persone legate all'Irlanda hanno continuato a dare la loro impronta alle città degli Stati Uniti, lasciando la loro eredità.

Non sorprende quindi che ci siano molti irlandesi-americani che hanno cambiato il mondo a modo loro. Ecco 10 dei nostri eroi non celebrati preferiti.

I fatti più importanti sugli irlandesi d'America:

  • La diaspora irlandese è una delle più grandi di qualsiasi nazione, con una stima di 50-80 milioni di persone di origine irlandese in tutto il mondo.
  • Gli Stati Uniti, l'Australia e il Regno Unito sono i tre Paesi con la maggiore popolazione di irlandesi (al di fuori dell'Irlanda, ovviamente!).
  • Città come New York, Boston e Chicago hanno una popolazione significativa di irlandesi americani.
  • L'organizzazione fraterna cattolica irlandese, l'Ancient Order of Hibernians, è stata fondata negli Stati Uniti nel 1836.
  • Tra i fattori chiave dell'immigrazione di massa irlandese negli Stati Uniti c'è la Grande Carestia.

10 - Jackie Kennedy Onassis

Jackie Kennedy Onassis (al centro)

Sebbene la maggior parte delle persone sia a conoscenza delle origini irlandesi del marito, anche la storia della famiglia di Jackie Kennedy Onassis risale all'Irlanda. Nonostante abbia pubblicamente abbracciato i suoi geni paterni francesi attraverso gli abiti Chanel e i suoi occhiali da sole, la madre di Onassis, Janet, aveva origini irlandesi.

Ma nonostante le otto generazioni materne provenissero da Co. Clare, nell'Irlanda occidentale, la First Lady ha spesso sminuito le sue umili radici. Tuttavia, ha portato nuova energia ai valori della famiglia in America... forse suggerendo di essere stata influenzata dalle sue origini irlandesi più di quanto abbia lasciato intendere?

9 - Bruce Springsteen

Bruce Springsteen si esibisce durante la cerimonia di chiusura degli Invictus Games 2017 all'Air Canada Center di Toronto, in Canada, il 30 settembre 2017. (Foto DoD di EJ Hersom)

Ok, forse non ha cambiato il mondo, ma di certo ha scosso il mondo di molti fan per anni. Ma anche se Bruce Springsteen è noto per essere nato negli Stati Uniti, le sue origini risalgono all'Isola di Smeraldo.

Discendente dalla famiglia Gerrity di Co. Kildare, il trisnonno di Springsteen era infatti uno dei coraggiosi sopravvissuti alla Grande Carestia, che fuggirono dall'Irlanda colpita dalla povertà prima di raggiungere l'America.

La sua ambizione e la sua volontà di salvare la famiglia rivivono in "The Boss", che oggi tutti conosciamo e amiamo.

8 - Frank McCourt

Frank McCourt è un autore irlandese-americano noto per il suo best seller, Le ceneri di Angela, un racconto onesto della sua infanzia in povertà nei vicoli di Limerick durante la Grande Depressione.

Nonostante vivessero a Brooklyn, New York, i genitori immigrati di McCourt decisero di tornare in Irlanda, ma si ritrovarono in condizioni peggiori di quelle in cui erano partiti.

Suo padre, un alcolizzato problematico di Co. Antrim, alla fine abbandonò la famiglia, mentre sua madre continuava a lottare per sfamare i quattro figli rimasti senza soldi.

Il romanzo, che in seguito è stato portato sullo schermo, ha suscitato polemiche tra la comunità irlandese, ma per molti autoctoni McCourt è stato un eroe coraggioso che ha rivelato la verità sui bassifondi d'Irlanda e sui giudizi crudeli che spesso venivano inflitti alle famiglie affamate.

7 - Maureen O'Hara

Nel 1939 un'esuberante adolescente irlandese arrivò a Hollywood e rubò molti cuori. Apparve ne Il gobbo di Notre Dame prima di ottenere un contratto con la RKO Pictures e diventare il volto della Golden Age di Hollywood.

Si chiamava Maureen O'Hara ed era nata e cresciuta a Dublino. Nonostante abbia trascorso gran parte della sua infanzia come un "Tom Boy" e sia stata soprannominata "Baby Elephant" da bambina, la O'Hara ha rubato lo schermo e ha dato alla donna irlandese dai capelli rossi uno status completamente nuovo.

Non solo bella, ma anche sicura di sé, appassionata e ambiziosa, rimane un'ispirazione per le donne di tutto il mondo.

LEGGI TUTTO: La guida di Ireland Before You Die ai migliori film di Maureen O'Hara di tutti i tempi.

Guarda anche: Le 5 cose più belle da vedere e da fare a Greystones, Co. Wicklow

6 - Nellie Bly

Elizabeth Cochran Seaman ha accettato la fama della giornalista investigativa Nellie Bly alla fine dell'Ottocento. Bly è nata in Pennsylvania durante la guerra civile americana.

Suo nonno, Robert Cochran, era emigrato negli Stati Uniti da Derry nel 1790.

Non solo Bly è stata una delle prime donne a denunciare le orrende condizioni di lavoro della fine del XIX secolo, scrivendo diversi articoli sotto copertura per il New York World, ma ha anche compiuto il coraggioso passo di fingere una malattia mentale per rivelare come venivano trattate le pazienti del manicomio femminile di Blackwell's Island.

Ma l'ambiziosa Bly non si fermò lì: continuò a fare il giro del mondo nel tentativo di battere il viaggio di 80 giorni del personaggio immaginario di Jules Verne, Phileas Fogg.

È diventato un altro successo pionieristico, con lei che ha completato l'obiettivo in soli 72 giorni.

Continuò a lavorare come giornalista fino alla sua morte, avvenuta nel 1922, e rimane tuttora una celebre eroina femminile.

5 - Barack Obama

Nel 1850 Falmouth Kearney, figlio di un ciabattino di Co. Offaly, si imbarcò sulla nave Marmion da Liverpool per cercare fortuna nella Terra dei Liberi.

Si lasciò alle spalle la miseria, la fame e la povertà e divenne uno dei tanti lavoratori immigrati nella città di New York.

Avanti di 169 anni e boom... c'è Barack Obama... pronipote di Kearney, 44° Presidente degli Stati Uniti d'America e irlandese al 3,1%.

Nonostante abbia scoperto la sua ascendenza celtica solo nel 2007, Obama ha accolto la notizia e una volta ha celebrato le sue radici tingendo la fontana della Casa Bianca di un bel verde smeraldo.

4 - Eileen Marie Collins

Eileen Marie Collins è stata una delle prime donne pilota dell'aeronautica militare statunitense.

Nel 1979 è entrata nella storia diventando la prima donna istruttrice di volo dell'Aeronautica Militare, ma i suoi successi non sono finiti e ha continuato a diventare astronauta, diventando la prima donna a comandare una navicella spaziale statunitense nel 1999.

Collins è nata a New York da genitori immigrati da Co. Cork. I soldi erano pochi durante la sua infanzia, ma i suoi genitori incoraggiavano i suoi sogni andando regolarmente all'aeroporto a guardare gli aerei.

Non appena fu abbastanza grande, iniziò a fare la cameriera per finanziarsi le lezioni di volo e continuò a perseguire i suoi obiettivi fino a quando non ci riuscì. Ora è in pensione, ma per me rimane una vera eroina!

3 - Billy The Kid

Billy the Kid nacque William Henry McCarty da una donna irlandese della contea di Antrim, Catherine McCarty, emigrata in America durante la Grande Fame, dove rimase fino alla morte.

Nota per il suo caldo fascino irlandese, ha trascorso gran parte dell'infanzia del ragazzo come madre single.

Non sono state trovate prove che confermino che anche il padre di The Kid fosse irlandese, anche se il carattere rozzo della leggenda suggerisce che lo fosse.

Billy the Kid si fece un nome nel selvaggio West del Nuovo Messico come truffatore e vagabondo. Dopo la morte della madre fu dato in affidamento a una famiglia, da cui presto fuggì e si diede alla criminalità.

Ci sono molte varianti della storia di Billy the Kid, ma è sicuro che è stata replicata da molti ragazzi durante una partita a "Cowboys and Indians".

Una sorta di leggenda, è stato uno dei primi personaggi a mostrare come il selvaggio spirito irlandese incontra tutti gli American Kid. L'originale irlandese-americano, forse?

2 - Michael Flatley

Che lo si ami o lo si detesti, il ballerino e coreografo irlandese-americano Michael Flatley ha cambiato per sempre il mondo della danza irlandese.

Ha raggiunto la fama grazie ai suoi spettacoli Riverdance e The Lord of the Dance, che sono diventati un successo internazionale e lo hanno reso milionario quasi da un giorno all'altro.

Flatley è nato a Chicago da genitori immigrati irlandesi, il padre era di Co. Sligo e la madre di Co. Carlow. Arrivati negli Stati Uniti 11 anni prima della sua nascita, hanno mandato il loro talentuoso figlio a lezione di danza irlandese fin da piccolo.

Nel corso degli anni Flatley ha avuto una carriera di grande successo, dando alle danze irlandesi un nuovo appeal.

Ha ereditato la sua passione e senza dubbio alcuni dei suoi talenti grezzi dalla nonna, campionessa di danza, e ha stabilito il punto di riferimento per molti artisti in erba.

1 - John F. Kennedy

John Fitzgerald Kennedy, il primo presidente irlandese-cattolico degli Stati Uniti, era orgoglioso delle sue origini irlandesi.

Aveva legami paterni con le contee di Cork e Wexford, mentre l'eredità materna risale alle contee di Limerick e Cavan.

Guarda anche: Guinness stout e Guinness World Records: qual è il legame?

Sia i Fitzgerald che i Kennedy si recarono negli Stati Uniti per cercare fortuna durante un periodo di povertà e depressione in Irlanda.

Non sapevano che i nomi delle loro famiglie sarebbero stati orgogliosamente presenti alla Casa Bianca grazie al 35° Presidente americano.

Nel novembre 1963 una nube scura si abbatte sugli Stati Uniti e sull'Irlanda.

A soli 46 anni il presidente Kennedy fu assassinato e la storia di successo iniziata con quattro immigrati irlandesi che attraversarono l'Atlantico tanti anni prima finì in tragedia.

LEGGI TUTTO: Esploriamo l'ascendenza irlandese del Presidente Joe Biden.

Le vostre domande sugli irlandesi d'America

Se avete ancora qualche dubbio, non siete soli, ma non preoccupatevi: in questa sezione rispondiamo ad alcune delle domande più frequenti dei nostri lettori.

Dove si trovano più irlandesi negli Stati Uniti?

New York, Boston e Chicago sono tra le città con la maggiore popolazione irlandese.

Quanta parte di New York è irlandese?

Dati recenti indicano che circa il 5,3% della popolazione di New York ha origini irlandesi.

Quale percentuale di americani ha radici irlandesi?

In un recente censimento, 31,5 milioni di americani hanno dichiarato di avere radici irlandesi - circa il 9,5% della popolazione totale.




Peter Rogers
Peter Rogers
Jeremy Cruz è un avido viaggiatore, scrittore e appassionato di avventura che ha sviluppato un profondo amore per esplorare il mondo e condividere le sue esperienze. Nato e cresciuto in una piccola città dell'Irlanda, Jeremy è sempre stato attratto dalla bellezza e dal fascino del suo paese natale. Ispirato dalla sua passione per i viaggi, ha deciso di creare un blog chiamato Travel Guide to Ireland, Tips and Tricks per fornire agli altri viaggiatori preziosi spunti e consigli per le loro avventure irlandesi.Dopo aver esplorato a fondo ogni angolo dell'Irlanda, la conoscenza di Jeremy dei paesaggi mozzafiato, della ricca storia e della vibrante cultura del paese non ha eguali. Dalle animate strade di Dublino alla serena bellezza delle Cliffs of Moher, il blog di Jeremy offre resoconti dettagliati delle sue esperienze personali, insieme a consigli pratici e trucchi per ottenere il massimo da ogni visita.Lo stile di scrittura di Jeremy è coinvolgente, istruttivo e condito dal suo caratteristico umorismo. Il suo amore per la narrazione traspare da ogni post del blog, catturando l'attenzione dei lettori e invitandoli a intraprendere le proprie scappatelle irlandesi. Che si tratti di consigli sui migliori pub per un'autentica pinta di Guinness o di destinazioni fuori dai sentieri battuti che mostrano le gemme nascoste dell'Irlanda, il blog di Jeremy è una risorsa di riferimento per chiunque stia pianificando un viaggio sull'Isola di Smeraldo.Quando non scrive dei suoi viaggi, Jeremy può essere trovatoimmergendosi nella cultura irlandese, cercando nuove avventure e dedicandosi al suo passatempo preferito: esplorare la campagna irlandese con la macchina fotografica in mano. Attraverso il suo blog, Jeremy incarna lo spirito dell'avventura e la convinzione che viaggiare non significa solo scoprire nuovi posti, ma anche esperienze e ricordi incredibili che rimangono con noi per tutta la vita.Segui Jeremy nel suo viaggio attraverso l'incantevole terra d'Irlanda e lascia che la sua esperienza ti ispiri a scoprire la magia di questa destinazione unica. Con la sua ricchezza di conoscenze e il suo entusiasmo contagioso, Jeremy Cruz è il tuo fidato compagno per un'esperienza di viaggio indimenticabile in Irlanda.