Guinness stout e Guinness World Records: qual è il legame?

Guinness stout e Guinness World Records: qual è il legame?
Peter Rogers

Non è una coincidenza che la Guinness stout e la Guinness World Records condividano il nome: qui diamo un'occhiata al loro legame.

Chi avrebbe mai pensato che la birra più iconica d'Irlanda sarebbe stata responsabile del libro di record più iconico del mondo?

Guarda anche: DUBLINO STREET ART: i 5 posti migliori per colori e graffiti incredibili

Nonostante ciò che si possa pensare di una pinta e della sua capacità di dire la verità, la Guinness (la bevanda) è il motivo per cui il mondo si affida al Guinness World Records (noto come Il Guinness dei primati fino al 2000 e nelle precedenti edizioni statunitensi come Il Guinness dei primati ).

Se vi siete mai chiesti se c'è un legame tra la Guinness stout e il Guinness World Records, possiamo confermarvi che non condividono solo il nome. Qui diamo un'occhiata al loro affascinante legame.

L'uccello da gioco più veloce

La selvaggina da penna più veloce d'Europa: il piviere dorato

Il Guinness dei primati è stato fondato dall'amministratore delegato della Guinness Breweries, Sir Hugh Beaver, nel 1951.

Un resoconto storico ricorda che Beaver, durante una battuta di caccia presso il fiume Slaney, nella contea di Wexford, sparò a un uccello da caccia e lo mancò, dando vita a una discussione tra lui e i suoi ospiti per stabilire quale fosse l'uccello da caccia più veloce d'Europa: il gallo cedrone o il piviere dorato.

In effetti, non sono riusciti in questo intento, essendosi ritirati a Castlebridge House quella sera per stabilire la risposta alla domanda.

Beaver si rese conto che non esisteva alcun record ufficiale per la risposta, e lo stesso valeva per quelle che presumeva sarebbero state molte discussioni e dibattiti, e forse qualcuna davanti a una pinta di Guinness.

Trovare i fatti

Beaver reclutò l'aiuto di due giornalisti e fratelli, Norris e Ross McWhirter, per raccogliere i record e infine pubblicarli in un libro dei record. L'obiettivo iniziale del Guinness dei primati era quello di risolvere tutti i dibattiti in Gran Bretagna e Irlanda.

Successivamente sono state inviate lettere a tutte le parti che gli uomini ritenevano potessero contribuire alla verifica delle registrazioni, dagli astrofisici ai gerontologi.

Il Guinness dei primati afferma che la creazione del primo libro ha richiesto "tredici settimane e mezzo da 90 ore", compresi i fine settimana e i giorni festivi.

Pubblicato nel 1955

Credito: Guinnessworldrecords.com

Il primo libro dei record della Guinness fu pubblicato nell'estate del 1955, con 198 pagine, inizialmente come articolo promozionale che la Guinness regalava ai bar di tutta l'Irlanda e del Regno Unito che vendevano la sua birra Guinness, con 1.000 copie distribuite in totale.

Tuttavia, il libro fu talmente apprezzato che Beaver assicurò ai due fratelli un ufficio per lavorare a una nuova edizione. 50.000 copie furono realizzate e vendute al pubblico.

A Natale di quell'anno, il libro si piazzò direttamente in cima alla classifica dei best seller britannici, prima di vendere 70.000 copie negli Stati Uniti nel 1956.

Nel 1960, il Guinness dei primati aveva venduto ben 500.000 copie. Beaver fu abbastanza furbo da apporre il famoso logo del Guinness su ogni copia.

Nel 1966, il libro aveva venduto più di 1,5 milioni di copie e si era piazzato in cima alla classifica dei libri più venduti in Germania e Francia, tra gli altri Paesi europei.

Programma televisivo

Guinness ha esteso il suo raggio d'azione dagli sgabelli del bar agli schermi televisivi, con una serie televisiva Gli infrattori di record Il programma, basato su fatti tratti dal Guinness dei primati, è andato in onda per 276 episodi nel corso dei suoi 29 anni di vita.

Popolarità mondiale

Il Guinness dei primati è diventato così popolare che oggi detiene un proprio record mondiale come libro protetto da copyright più venduto di tutti i tempi: ha venduto più di 100 milioni di copie in 100 paesi diversi ed è stampato in 37 lingue diverse.

Il libro ha stabilito questo record già nel 1974, diventando il libro protetto da copyright venduto più velocemente, con 23,5 milioni di copie vendute in tutto il mondo.

Il libro riceve migliaia di richieste ogni mese, molte delle quali riguardano fatti che non potevano essere accertati nel 1955.

Il libro impiega centinaia di persone in tutto il mondo, da New York alla Cina, per verificare alcuni dei fatti più ovvi e assurdi del nostro tempo.

L'azienda produttrice di birra Guinness e il Guinness World Records non sono più ufficialmente legati, essendo passati sotto la proprietà di entità diverse nel 2001.

Guarda anche: MURPHY: significato del cognome, origine e popolarità, SPIEGATO

Qualunque sia il dibattito o la discussione che state affrontando, qualunque sia l'argomento che state perdendo, Guinness ha la risposta per voi.




Peter Rogers
Peter Rogers
Jeremy Cruz è un avido viaggiatore, scrittore e appassionato di avventura che ha sviluppato un profondo amore per esplorare il mondo e condividere le sue esperienze. Nato e cresciuto in una piccola città dell'Irlanda, Jeremy è sempre stato attratto dalla bellezza e dal fascino del suo paese natale. Ispirato dalla sua passione per i viaggi, ha deciso di creare un blog chiamato Travel Guide to Ireland, Tips and Tricks per fornire agli altri viaggiatori preziosi spunti e consigli per le loro avventure irlandesi.Dopo aver esplorato a fondo ogni angolo dell'Irlanda, la conoscenza di Jeremy dei paesaggi mozzafiato, della ricca storia e della vibrante cultura del paese non ha eguali. Dalle animate strade di Dublino alla serena bellezza delle Cliffs of Moher, il blog di Jeremy offre resoconti dettagliati delle sue esperienze personali, insieme a consigli pratici e trucchi per ottenere il massimo da ogni visita.Lo stile di scrittura di Jeremy è coinvolgente, istruttivo e condito dal suo caratteristico umorismo. Il suo amore per la narrazione traspare da ogni post del blog, catturando l'attenzione dei lettori e invitandoli a intraprendere le proprie scappatelle irlandesi. Che si tratti di consigli sui migliori pub per un'autentica pinta di Guinness o di destinazioni fuori dai sentieri battuti che mostrano le gemme nascoste dell'Irlanda, il blog di Jeremy è una risorsa di riferimento per chiunque stia pianificando un viaggio sull'Isola di Smeraldo.Quando non scrive dei suoi viaggi, Jeremy può essere trovatoimmergendosi nella cultura irlandese, cercando nuove avventure e dedicandosi al suo passatempo preferito: esplorare la campagna irlandese con la macchina fotografica in mano. Attraverso il suo blog, Jeremy incarna lo spirito dell'avventura e la convinzione che viaggiare non significa solo scoprire nuovi posti, ma anche esperienze e ricordi incredibili che rimangono con noi per tutta la vita.Segui Jeremy nel suo viaggio attraverso l'incantevole terra d'Irlanda e lascia che la sua esperienza ti ispiri a scoprire la magia di questa destinazione unica. Con la sua ricchezza di conoscenze e il suo entusiasmo contagioso, Jeremy Cruz è il tuo fidato compagno per un'esperienza di viaggio indimenticabile in Irlanda.